Aspiranti pubblicisti, in vigore da aprile il Registro di inizio attività

Aspiranti pubblicisti, in vigore da aprile il Registro di inizio attività

Importanti novità dal primo aprile per ci vuole diventare pubblicista. Finora il percorso prevedeva la presentazione degli articoli scritti e retribuiti nell'arco di due anni per il riconoscimento dell'iscrizione all'Ordine. Fino a quel momento gli aspiranti giornalisti non avevano nessun titolo, risultando dei perfetti sconosciuti. Ora, invece, con l'integrazione delle linee guida per aspiranti giornalisti, varata a fine gennaio dal Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti, non ci sarà più il riconoscimento a posteriori dell'attività giornalistica svolta, ma sarà istituito il "Registro degli aspiranti pubblicisti", che dovranno presentare dal mese prossimo una comunicazione di inizio attività all'Ordine regionale competente.
E' una specie di "foglio rosa" che fa uscire l'aspirante pubblicista dal cono d'ombra. Va precisato che si tratta di una garanzia aggiuntiva che non può sostituire l'obbligo di legge secondo cui alla fine dei 24 mesi di collaborazione regolarmente retribuiti, il candidato deve presentare domanda di iscrizione all'Ordine.
Le novità sono quindi rappresentate dall'introduzione presso gli Ordini regionali di un Registro degli aspiranti giornalisti e dall'introduzione dell'obbligo di frequentazione dei corsi di formazione per un equivalente di 20 crediti formativi deontologici.
A partire dal primo aprile, quindi, l'aspirante pubblicista deve comunicare l'inizio dell'attività al Consiglio regionale dell'Ordine  competente, entro 90 giorni dall'inizio delle stessa. Coloro che hanno iniziato l'attività giornalistica in data precedente all'adozione del presente provvedimento e non hanno ancora presentato domanda di iscrizione all'Elenco dei pubblicisti, devono regolarizzare la propria posizione entro 90 giorni a decorrere dal primo aprile. Sono esentati dalla presente disciplina gli aspiranti pubblicisti che abbiano iniziato la loro attività giornalistica prima del 31 dicembre 2018 e sono quindi nel secondo anno di collaborazione.